Gli Alimenti e loro Classificazione

Gli alimenti possono classificarsi in pani e cereali, leguminose o legumi, tuberi e rizomi, frutta e verdure, carne, pesce, uova; latte e derivati, grassi ed olii, e zuccheri, confetture e sciroppi.

Il gruppo di pani e cereali include il grano, riso, mais e miglio. Sono ricchi in amidi e costituiscono una fonte facile e presa diretto di somministrazione di calorie. Benché la proteina non abbondi dei cereali integrali, la gran quantità che si consuma apporta quantità significative, le quali, tuttavia, devono completarsi con altri alimenti ricchi in proteine per ottenere tutti gli aminoacidi essenziali. La farina di grano bianco ed il riso raffinato sono bassi in nutrienti, ma, come tutti i cereali interi che trattengono il germe e la cappa esterna dal seme, il grano ed il riso apportano fibra al corpo: le vitamine B tiamina, niacina e riboflavina, ed il minerale zinco, rame, manganese e molibdeno.

I legumi o leguminose abbracciano un'ampia varietà di fagioli o ebree, piselli o piselli, lenticchie e grani, e perfino l'arachide. Tutti essi sono ricchi in amido, ma apportano abbastanza più proteina che i cereali o tuberi. La proporzione ed il tipo di aminoacidi delle leguminose è simile a quelli della carne. Spesso le sue catene di aminoacidi completano a quelle del riso, il mais ed il grano, che costituiscono gli alimenti basilari di molti paesi.

I tuberi ed i rizomi includono vari tipi di papa o patata, la manioca ed il taro. Sono ricchi in amido e relativamente bassi in proteina, ma apportano gran varietà di vitamine e minerali.
La frutta e verdure sono una fonte diretta di molti minerali e vitamine che mancano nelle diete di cereali, specialmente la vitamina C degli agrumi e la vitamina A proveniente dal carotene delle carote e verdure con foglia. Nelle verdure sono presenti il sodio, cobalto, cloro, rame, magnesio, manganese, fosforo e potassio. La cellulosa delle verdure, quasi impossibile da digerire, proporziona il supporto necessario per fare passare il cibo per il tratto digestivo. Molte delle vitamine più fragili idrosolubili si trovano nelle frutte e verdure, ma si rovinano con gran facilità con l'eccesso di cottura.
La carne, il pesce e le uova apportano tutti gli aminoacidi essenziali di che il corpo ha bisogno per assemblare le sue proprie proteine. La carne contiene un 20 percento di proteina, 20 percento di grasso e 60 percento di acqua. Le viscere sono fonti ricche in vitamine e minerali. Tutti i pesci trattengono un'alta percentuale di proteine, e gli olii da alcuni di essi sono ricchi in vitamine D ed A. Il chiara dell'uovo è la forma più concentrata di proteina che esiste.
Il latte ed i suoi derivati includono il latte intero, il formaggio, lo yogurt ed i gelati, tutti essi conosciuti per la sua abbondanza in proteina, fosforo e specialmente calcio. Anche il latte è ricco in vitamine ma non contiene ferro e, se è pastorizzata, non ha vitamina C. Benché il latte sia essenziale per i bambini, il suo eccessivo consumo da parte degli adulti può produrre acidi grassi insaturi che si accumulano nel sistema circolatorio.
I grassi ed olii includono il burro, burro, sebo ed olii vegetali. Tutti essi hanno un alto contenuto di calorie, ma, a parte il burro ed alcuni olii vegetali come quello di palma, contengono pochi nutriente.
Gli zuccheri, confetture e sciroppi si consumano in grandi quantità in alcuni paesi, dove costituiscono una gran parte del sedimento di idrati di carbonio. Il miele e lo sciroppo di acero sono composti di più di un 75 percento di zucchero e contengono pochi nutriente. Il consumo eccessivo di zucchero provoca carie.

Indicazioni dietetiche
In generale, gli scienziati raccomandano la cosa seguente: mangiare alimenti vari; mantenere il peso ideale; evitare l'eccesso di grasso ed olii, grasse sature e colesterolo; mangiare alimenti con sufficiente amido e fibra; evitare l'eccesso di zucchero e sodio, e, in caso di bere alcool, farlo moderatamente.

Nutrienti essenziali
I nutrienti si classificano in cinque gruppi principali: proteine, idrati di carbonio, grassi, vitamine e minerali. Questi gruppi comprendono un totale approssimato di tra 45 e 50 sostanze che gli scienziati considerano essenziali per mantenere la salute ed una crescita normale. A parte l'acqua e l'ossigeno, includono anche circa otto aminoacidi costituenti delle proteine, quattro vitamine liposolubili e dieci idrosolubili, circa dieci minerali e tre elettroliti. Benché gli idrati di carbonio siano una fonte di energia, non si considerano essenziali, poiché per questo fine possono trasformarsi proteine.


Proteine

La funzione primordiale della proteina è produrre tessuto corporale e sintetizzare enzimi, alcuni ormoni come l'insulina che regolano la comunicazione tra organi e cellule, ed altre sostanze complesse che dirigono i processi corporali. Le proteine animali e vegetali non si usano nella stessa forma in cui sono ingerite, ma gli enzimi digestivi devono scomporrli in aminoacidi che contengono azoti. È facile disporre di proteine di origine animale o vegetale. Dei 20 aminoacidi che compongono le proteine, otto si considerano esenciales(leucina, isoleucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptófano e valina.), devono essere presi già intelligenti attraverso gli alimenti. Se questi aminoacidi essenziali non sono presenti contemporaneamente ed in proporzioni specifiche, gli altri aminoacidi, tutti o in parte, non possono utilizzare si ferma costruire le proteine umane. Pertanto, per mantenere la salute e la crescita è molto importante una dieta che contenga questi aminoacidi essenziali. Quando c'è una carenza di alcuno di essi, gli altri aminoacidi si convertono in composti produttori di energia, e si defeca i suoi azoti. Quando si ingeriscono proteine in eccesso, egli quale è frequente in paesi con diete ricche in carne, la proteina extra si scomporsi in composta produttori di energia. Dato che le proteine scarseggiano abbastanza più che gli idrati di carbonio benché producano anche 4 calorie per grammo, l'ingestione di carne in eccesso, quando non c'è domanda di ricostruzione di tessuti nel corpo, deriva una forma inefficace da procurare energia. Gli alimenti di origine animale contengono proteine complete perché includono tutti gli aminoacidi essenziali. Nella maggioranza delle diete si raccomanda combinare proteine di origine animale con proteine vegetali. Si stima che 0,8 grammi per chilo di peso è la dose giornaliera salutare per adulti normali.
Oltre ad intervenire nella crescita ed il mantenimento cellulari, le proteine sono responsabili della contrazione muscolare. Gli enzimi digestivi sono proteine, come l'insulina e quasi tutti gli altri ormoni, gli anticorpi del sistema immunologico e l'emoglobina che trasporta ossigeno nel sangue. I cromosomi che trasmettono i caratteri ereditari in forma di geni, sono composti per acidi nucleici e proteine.
Molte malattie ed infezioni producono una perdita continuata di azoti nel corpo. Questo problema deve essere compensato con un maggiore consumo di proteina dietetica. Ugualmente, anche i bambini precisano più proteina per chilogrammo di peso corporale. Una deficienza di proteine accompagnata da mancanza di energia dà origine ad una forma di malnutrizione proteico-energetica conosciuta col nome di marasma che si caratterizza per perdita di grasso corporale ed usura di muscoli.


Minerali

I minerali inorganici sono necessari per la ricostruzione strutturale dei tessuti corporali oltre a che partecipano a processi tali come l'azione dei sistemi enzimatici, contrazione muscolare, reazioni nervose e coagulazione del sangue. Questi nutriente minerali che devono essere somministrati nella dieta, si dividono in due classi: macroelementos, tali come calcio, fosforo, magnesio, sodio, ferro, iodio e potassio; e microelementi, tali come riscuota, cobalto, manganese, fluoro e zinco.
Il calcio è necessario per sviluppare le ossa e conservare la sua rigidità. Il latte ed i suoi derivati sono la principale fonte di calcio.
Il fosforo, anche presente in molti alimenti e soprattutto nel latte, si accorda col calcio nelle ossa ed i denti. Svolge un ruolo importante nel metabolismo di energia nelle cellule, colpendo gli idrati di carbonio, lipidi e proteine.
Il magnesio, presente nella maggioranza degli alimenti, è essenziale per il metabolismo umano e molto importante per mantenere il potenziale elettrico delle cellule nervose e muscolari.
Il sodio è presente in piccole quantità nella maggioranza dei prodotti naturali ed abbonda dei cibi preparati e negli alimenti salati. Sta anche presente nel fluido extracelular, dove ha una carta regolatrice. L'eccesso di sodio produce edema che consiste in una superacumulación di fluido extracelular. Attualmente esistono prove che l'eccesso di sale nella dieta contribuisce ad elevare la tensione arteriale.
Il ferro è necessario per la formazione dell'emoglobina, pigmento dei globuli rossi del sangue responsabili di trasportare l'ossigeno. Tuttavia, questo minerale non è assorbito con facilità per il sistema digestivo. Negli uomini si trova in quantità sufficienti, ma le donne in età mestruale che necessitano quasi due volte più quantità di ferro dovuto alla perdita che si prodursi nella mestruazione, normalmente hanno deficienze e devono prendere ferro facile da assimilare.
Lo iodio è imprescindibile per la sintesi degli ormoni della ghiandola tiroide. La sua deficienza produce gozzo che è un'infiammazione di questa ghiandola nella parte inferiore del collo. L'ingestione insufficiente di iodio durante la gravidanza può dare luogo a cretinismo o deficienza mentale nei bambini.

I microelementi sono altre sostanze inorganiche che appaiono nel corpo in minute quantità, ma che sono essenziali per godere di buona salute. Si sa poco del suo funzionamento, e quasi tutto quello che si conosce di essi si riferisce alla forma in che la sua assenza, soprattutto in animali, colpisce la salute. I microelementi appaiono in quantità sufficienti in quasi tutti gli alimenti.
Tra i microelementi più importanti si trova il rame, presente in molti enzimi ed in proteine che contiene rame, del sangue, il cervello ed il fegato. L'insufficienza di rame è associata all'impossibilità di utilizzare il ferro per la formazione dell'emoglobina. Anche lo zinco è importante per la formazione di enzimi. Si crede che l'insufficienza di zinco ostacola la crescita normale e, in casi estremi, produce enanismo. Si è scoperto che il fluoro che si deposita soprattutto nelle ossa ed i denti, è un elemento necessario per la crescita in animali. Tra gli altri microelementi possiamo citare il cromo, il molibdeno ed il selenio.


Vitamine

Qualunque dei composti organici di cui il corpo ha bisogno per il metabolismo, per la protezione della salute e per riuscire la crescita adeguata nei bambini. Anche le vitamine partecipano alla formazione di ormoni, cellule sanguinee, sostanze chimiche del sistema nervoso e materiale genetico. Le diverse vitamine non sono relazionate chimicamente, e la maggioranza di esse ha un'azione fisiologica distinta. In generale agiscono come catalizzatori, accordandosi con le proteine per creare metabolicamente enzimi attivi che a sua volta producono importanti reazioni chimiche in tutto il corpo. Senza le vitamine molte di queste reazioni tarderebbero più a prodursisi o cesserebbero completamente. Tuttavia, ancora mancanza molto per avere un'idea chiara delle intricate forme in cui le vitamine agiscono nel corpo.
Le 13 vitamine concordi si classificano di accordo alla sua capacità di dissoluzione in grasso o in acqua. Le vitamine liposolubili, A, D, Ed e K, normalmente consumano insieme ad alimenti che contengono grasso e, poiché possono immagazzinarsi nel grasso del corpo, non è necessario prenderli tutti i giorni. Le vitamine idrosolubili, le otto del gruppo B e la vitamina C, non possono immagazzinarsi e pertanto devono consumarsi frequentemente, preferibilmente a diario, ad eccezione di alcuni vitamine B, come vedremo dopo.
Il corpo può produrre solo vitamina D; tutte le altre devono ingerirsi attraverso la dieta. La carenza dà origine ad un'ampia gamma di disfunzioni metaboliche e di un altro tipo. Una dieta ben equilibrata contiene tutte le vitamine necessarie, e la maggior parte delle persone che seguono una dieta possono correggere così qualunque deficienza anteriore di vitamine. Tuttavia, le persone che seguono diete speciali che soffrono di confusioni intestinali che ostacolano l'assorbimento normale dei nutriente, o che sono incinta o dando di poppare i suoi figli, possono avere bisogno di supplementi speciali di vitamine per sostenere il suo metabolismo. A parte queste necessità reali, esiste anche la credenza popolare che le vitamine offrono rimedio per molte malattie, da raffreddori fino al cancro; ma in realtà il corpo elimina rapidamente quasi tutti questi preparati senza assorbirli. Inoltre, le vitamine liposolubili possono bloccare l'effetto di altre vitamine e perfino causare intossicazione grave se si prendono in eccesso.


Vitamina A

La vitamina A è un alcool primario di colore giallo pallido che deriva dal carotene. Colpisce la formazione e mantenimento della pelle, membrane mucose, ossa e denti, visibile ed alla riproduzione. Uno dei primi sintomi di insufficienza è la cecità notturna, difficoltà in adattarsi all'oscurità. Altri sintomi sono eccessiva secchezza nella pelle; mancanza di secrezione della membrana mucosa, quello che produce suscettibilità all'invasione batterica, e secchezza negli occhi dovuto al cattivo funzionamento della lacrimale, importante causa di cecità nei bambini di paesi poco sviluppati.
Il corpo ottiene la vitamina A di due forme. Una è fabbricandola a partire dal carotene, un precursore vitaminico contrario in vegetali come la carota, broccolo, zucca, spinaci, cavolo e patata americano. L'altra è assorbendola già lista di organismi che si alimentano di vegetali. La vitamina A si trova nel latte, burro, formaggio, tuorlo di uovo, fegato ed olio di fegato di pesce. L'eccesso di vitamina A può interferire nella crescita, fermare la mestruazione, pregiudicare i globuli rossi del sangue e produrre eruzioni cutanee, emicranie, nausee ed itterizia.


Le vitamine B

Conosciute anche col nome di complesso vitaminico B, sono sostanze fragili, solubili in acqua, varie delle quali sono soprattutto importanti per metabolizzare gli idrati di carbonio.

B1
La tiamina o vitamina B1, una sostanza cristallina ed incolore, agisce come catalizzatore nel metabolismo dagli idrati di carbonio, permettendo di metabolizzare l'acido pirúvico e facendo che gli idrati di carbonio liberino la sua energia. Anche la tiamina partecipa alla sintesi di sostanze che regolano il sistema nervoso. L'insufficienza di tiamina produce beriberi che si caratterizza per debolezza muscolare, infiammazione del cuore e crampi nelle gambe, e, in casi gravi, perfino attacco al cuore e morte. Molti alimenti contengono tiamina, ma pochi l'apportano in quantità importanti. Gli alimenti più ricchi in tiamina sono il maiale, le viscere, fegato, cuore e reni, lievito di birra, carni magre, uova, vegetali di foglia verde, cereali interi o arricchiti, germe di grano, baie, frutti secchi e legumi. Macinando i cereali li è tolti la parte del grano più ricca in tiamina, di lì la probabilità che la farina bianca ed il riso bianco raffinato non abbiano questa vitamina. La pratica, abbastanza estesa, di arricchire la farina ed i cereali ha eliminato in parte il rischio di un'insufficienza di tiamina, benché si presenti ancora in alcolizzato che soffrono deficienze nella nutrizione.

B2
La riboflavina o vitamina B2, come la tiamina, agisce come coenzima, cioè, deve accordarsi con una porzione di un altro enzima per essere effettiva nel metabolismo degli idrati di carbonio, grasse e specialmente nel metabolismo delle proteine che partecipano al trasporto di ossigeno. Agisce anche nel mantenimento dalle membrane mucose. L'insufficienza di riboflavina può complicarsi se c'è carenza di altre vitamine del gruppo B. i Suoi sintomi, non tanto definiti come quelli dell'insufficienza di tiamina, sono lesioni nella pelle, in questione vicino alle labbra ed il naso, e sensibilità alla luce. Le migliori fonti di riboflavina sono il fegato, il latte, la carne, verdure di colore verde oscuro, cereali interi ed arricchiti, pascola, pane e funghi.

B3
La nicotinamida o vitamina B3, Vitamina del complesso B il cui struttura risponde all'amida dell'acido nicotinico o niacina, funziona come coenzima per liberare l'energia dei nutriente. Si conosce anche come Vitamina PP. L'insufficienza di niacina o acido nicotinico produce pellagra il cui primo sintomo è là un'eruzione simile ad una scottatura solare dove la pelle rimane esposta alla luce del Sole. Altri sintomi sono lingua rossa e gonfia, diarrea, confusione mentale, irritabilità e, quando si vede affettato il sistema nervosa centrale, depressione e confusioni mentali. Le migliori fonti di niacina sono: fegato, uccelli, carne, salmone e tonno inscatolati, cereali interi o arricchiti, piselli (piselli), grani secchi e frutti secchi. Anche il corpo fabbrica niacina a partire dall'aminoacido triptófano. Si sono usati sperimentalmente overdose di niacina nel trattamento della schizofrenia, benché nessuna prova abbia dimostrato la sua efficacia. In grandi quantità riduce i livelli di colesterolo nel sangue, e è stato molto utilizzata nella prevenzione e trattamento dell'arterioesclerosis. La grande dose in periodi prolungati può essere dannosa per il fegato.

B6
La piridoxina o vitamina B6 è necessario per l'assorbimento ed il metabolismo di aminoacidi. Agisce anche nell'utilizzo di grasso dal corpo e nella formazione di globuli rossi. L'insufficienza di piridoxina si caratterizza per alterazioni nella pelle, crepe nella commessura delle labbra, lingua depapilada, convulsioni, nausee, nausee, anemia e pietre nel rene. Le migliori fonti di piridoxina sono i grani interi, arricchiti li, cereali, pane, fegato, avocado, spinacio, fagiolini, ejotes, e banana. La quantità di piridoxina necessario è proporzionale alla quantità di proteina consumata.

B12
La cobalamina o vitamina anche B12 si conosce come cianocobalamina, una delle vitamine isolate più recentemente, e è necessaria in quantità infime per la formazione di nucleoproteínas, proteine e globuli rossi, e per il funzionamento del sistema nervoso. L'insufficienza di cobalamina si deve frequentemente all'incapacità dello stomaco per produrre una glicoproteína (fattore intrinseco) che aiuta ad assorbire questa vitamina. Il risultato è un'anemia perniciosa, coi caratteristici sintomi di brutta produzione di globuli rossi, sintesi difettosa della mielina, guaina nervosa, e perdita dell'epitelio, coperta membranosa, del tratto intestinale. La cobalamina si ottiene solo di fonti animali: fegato, reni, carne, pesce, uova e latte. Ai vegetariani è consigliato loro di prendere supplementi di vitamina B12.


Altre vitamine del gruppo B

L'acido folico o folacina è una coenzima necessaria per la formazione di proteine strutturali ed emoglobina; la sua insufficienza negli esseri umani è molto rara. L'acido folico è effettivo nel trattamento di certe anemie e la psilosis. Si trova nelle viscere di animali, verdure di foglia verde, legumi, frutti secchi, grani interi e lievito di birra. L'acido folico si perde negli alimenti conservati a temperatura ambiente e durante la cottura. A differenza di altre vitamine idrosolubili, l'acido folico si immagazzina nel fegato e non è necessario ingerirlo giornalmente.
L'acido pantoténico, un'altra vitamina B, svolge ancora non un ruolo definito nel metabolismo di proteine, idrati di carbonio e grasse. Abbonda di molti alimenti e è anche fabbricato da batteri intestinali.
La biotina, un'altra vitamina B che è anche sintetizzata da batteri intestinali e si sente molto estesa negli alimenti, partecipa alla formazione di acidi grassi e nella liberazione di energia proveniente dagli idrati di carbonio. Si ignora la sua insufficienza in esseri umani.